Delirio in cucina ovvero storia del mio Panpepato


Avete mai assistito alla nascita di un nuovo piatto? Io vengo appena fuori da un combattimeto all’ultimo cucchiaio con una ricetta errata.

Di solito mi lancio nella sperimentazione quando si tratta di piatti salati ma, quando si parla di dolci, cerco di rimanere quanto più fedele possibile a ricette già sperimentate da altri, d’altronde è risaputo che la pasticceria è frutto di dosi ben calibrate.

Ecco quindi che, scovata la ricetta del Panpepato in un libro ben noto, mi trovo difronte all’insolita dose di un litro d’acqua in 120 gr di farina. Dapprima rabbrividisco ma, fiduciosa del sapere di pasticceri ben più bravi di me, procedo in questa follia e mi ritrovo con un pappone esagerato reo di avermi fatto sprecare ben 100 gr di miele biologico (scusa Mirko!).

Da qui il mio accanimento  nella ricerca di una ricetta che mi permettesse di non buttare tutti gli ingredienti già preparati e non riponendo più fiducia nei libri a mia disposizione, ho creato un finto (molto finto) Panpepato che da oggi prende il nome di PANPAPPERO.

Questo nuovo “mostro” aspetta solo di essere assaggiato, attendo si raffreddi e vi faccio sapere: incrociate le dita!

Ambra

Annunci

2 commenti su “Delirio in cucina ovvero storia del mio Panpepato

  1. Pingback: Sapore di Natale | jekoland

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...