Truffe in agguato


Negli ultimi mesi, mi capita sempre più spesso di aprire la posta elettronica e trovare dei “curiosi” messaggi dalla banca che mi chiedono di mettermi in contatto tramite e-mail, come non bastasse ora iniziano ad arrivare anche messaggi da fantomatici corrieri che mi notificano che il mio “pacco” è arrivato all’ufficio postale o che risulta esserci stato un mio ordine presso tale gioielleria, negozio, etc… La cosa buffa è che le attività commerciali in oggetto sono effettivamente collocate in zone limitrofe alla mia o comunque compatibili con i miei interessi.

Di solito l’e-mail del corriere è poi seguita da un’altra relativa ad una banca che teoricamente funge da garante per il negozio… ATTENZIONE sono tutte truffe!

Per chi lo ignorasse ancora, sappiate che nessuna banca si sognerebbe di mettersi in contatto con voi tramite e-mail, la ragione per la quale per NESSUN MOTIVO lo farebbero mai è che è ben noto che esistono numerose truffe che si avvalgono di questo mezzo per rubarvi dati bancari o informazioni personali che renderebbero moooolto efficace la truffa pensata appositamente per voi. Pensate solo a tutte quelle indagini di mercato, che rendendo i vostri gusti noti a molti, permettono di personalizzare un “colpo” adatto a voi! Temo che anche i famosi Like su  molti  social network, possano in parte contribuire a queste “pericolosi” raggiri.

Purtoppo, essendo le compravendite on line sempre più comuni, è abbastanza facile cadere in questa trappola. Io stessa mi sono ritrovata a dubitare se l’ordine fosse stato effettuato effettivamente da me o no, ma nel dubbio, non aprite la posta  e provate a digitare su un motore di ricerca la parola TRUFFA affiancata dall’oggetto della e-mail, spesso, gli stessi negozi mettono on line avvertimenti in merito. Molto efficace è anche fare un giro sul sito della polizia postale che riserva per noi cittadini una sessione dedicata a questo argomento con tanto di segnalazioni e la possibilità di segnalare ulteriori problemi riscontrati.

Come se non bastasse, ora alcune persone si sono messe a bussare alle nostre porte dicendo di essere stati inviati dallo Stato per verificare che le nostre bollette non aumentino ingiustificatamente. Non ne sono certa al 100 per 100, ma direi che non c’è da fidarsi. I miei visitatori, mi hanno chiesto di poter esaminare le mie bollette ma quando gli ho detto di non essere interessata hanno iniziato a farmi vedere tesserini cartacei a mio parere fasulli e a dire cose che non stavano in piedi: occhio! Dubito fortemente che lo Stato si metta a mandare i propri dipendenti in giro per le strade a citofonare al singolo cittadino…

Mi raccomando, NON aprite quella posta!

Annunci

2 commenti su “Truffe in agguato

  1. Ottimi consigli, oggigiorno è indispensabile restare informati con l’evoluzione delle tecniche utilizzate per truffare la gente, potrebbe capitare a tutti.

    Un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...