Kumquat o mandarino cinese

mandarino cineseIl kumquat è un piccolo alberello della famiglia delle rutacee che da frutti piccoli ma profumatissimi molto simili alle arancie, solo più ovali. E’ un albero di origine Asiatica ma cresce benissimo anche qui in Italia ed in paesi come la Grecia. Ci regala le sue gocce ambrate dal mese di Novembre a Febbraio ma, a onor del vero, questa pianta l’ho fotografata agli inizi di Aprile e mi pare di poter affermare fosse in gran forma!
Non teme il freddo, può infatti resistere fino a -10 gradi ma sinceramente non proverei ad arrivare a tanto, ama  estati calde e soleggiate. Non necessita di acqua durante l’inverno, ma d’estate considerala una compagna d’aperitivo 😉
Per esperienza personale vi dico che non necessita di potatura, che il vento non lo danneggia a differenza degli altri agrumi che, posti vicino a quest’ alberello hanno fatto una brutta fine.Inoltre leggo in varie schede che ha bisogno di un terreno ricco e soffice ehm! ehm! Il mio è praticamente incementato in un terreno argillosissimo…fate voi!
La cosa più bella è che il frutto lo potete mangiare con tutta la buccia, anzi vi sfido a far diversamente e che potete preparare buonissime insalate, marmellate, canditi e liquori. Io purtroppo non faccio mai in tempo a metter via i suoi frutti, ne siamo tutti troppo ghiotti per lasciarne traccia.
Inoltre sono ricchi di potassio, sono un’ottima risorsa di vitamina C ed A e di fibre. Sono privi di colesterolo, grassi e sodio ed aiutano la digestione se assunti a fine pasto.

Ultimo consiglio: cogliete i frutti quando sono maturi in modo da non sovraccaricare la pianta!

Nella malaugurata eventualità il vostro alberello dovesse perdere tutte le foglie e simulare la morte, non datevi per vinti: potatela di tutti i rami secchi e continuate a nutrirla, dopo poche settimane, vedrete rispuntare dei verdissimi ramoscelli. Una delle mie piante mi ha fatto questo scherzo ma adesso è più bella di prima!

Errata corrige

Sbagliando s’imapara: circa un anno dopo avere asserito di poter salvare il vostro kumquat semplicemente eliminando tutti i rami, mi vedo costretta a rivedere tale affermazione. Siamo nel mese di gennaio e il mio “kumquat” non ha ancora messo su fiori pur essendo rigogliosissimo e pieno di foglie verdi. Dopo una lunga ricerca ho scoperto che la mia piantina è il risultato di un innesto evidentemente ottenuto sul portainnesto di un arancio amaro. Tagliando i famosi rami secchi (praticamente tutti) non ho fatto altro che dare libero sfogo al portainnesto. I rami che sono spuntati in seguito infatti, sono cresciuti al di sotto del nodo ( sul tronco posso vedere una specie di palla dove evidentemente è stato innestato il rametto di kumquat) ciò vuol dire che appartengono al porta innesto! I nuovi e devo ammettere, bellissimi rami verde smeraldo, sono muniti di lunghe spine (3 cm circa) e di foglie a forma di cuore al picciolo che si sviluppano con un ulteriore parte  lanceolata ( molto lunga) che parte dalla metà del cuore.

A quanto pare ora sono l’orgogliosissima “migliore amica” ( dopotutto gli ho salvato la vita) di un alberello di arancio amaro .

Io amo la natura!

 

Annunci

4 commenti su “Kumquat o mandarino cinese

  1. Ciao,il mio ha perso tutti i frutti e da li non ha piu fatto foglie. Ho notato che il tronco sotto la corteccia sembra vivo,ma i rami tutti.secchi. si puo fare ancora qualcosa? Grazie

    • Ciao Andrea, purtroppo non so dirti molto. Da quello che mi dici, il tuo kumquat ha avuto la stessa sorte del mio. Se tagli tutto e ti prendi cura del tuo alberello innaffiandolo ( potrebbe essere che l’ hai lasciato senza acqua?) i rami dovrebbero rispuntare ma e dico ma, vedi se c’è il famoso nodo sul tronco, in quel caso è morto l’innesto e ricrescerà solo il porta innesto che con più probabilità è un arancio amaro. Il mio oggi è un bellissimo alberello di un metro e mezzo . Se ne sei in grado potresti riprovare ad innestarlo. Chiedi informazioni in un consorzio agricolo ( paesini e paeselli ne hanno sempre uno) e vedrai che ti mostreranno cosa fare visto che loro li vendono . Spero riuscirai a salvarlo.

  2. Penso sia successo anche a me. Il mio kumqat ha più di 15 anni e dopo un paio di anni l’ho messo in terra, mai concimato. è cresciuto fino a un metro e mezzo ma pensavo che fosse disturbato dalla parete a cui l’ho “appiccicato” non sapendo che poteva crescere tanto. Ha smesso di fare frutti mi sembra quando era ancora in vaso, si è seccato un paio di volte quando l’avevo già messo in terra – non ricordo in che stagione- ho eliminato i rami secchi. Quest’anno è strapieno di frutti grossi (i miei figli dicono che li aveva anche l’anno scorso ma dovevano essere molto pochi visto che non me ne sono accorta) rotondi, con buccia spessa che si stacca immediatamente da pochi spicchi aspri. Se mi dici che è un arancio amaro posso usare la buccia per condire o per insalate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...