E poi una mattina ti svegli…

Sono una persona positiva, di quelle che vedono toni di cielo azzurri in mezzo alla tempesta, sono una persona piena di gioia, di quelle che anche in mezzo ad un pianto si fanno scappare un sorriso, sono la persona che vorrei avere accanto nei momenti difficili perché la vita mi ha insegnato che un braccio rotto può diventare un gesso che tutti vogliono firmare così ogni volta che mi facevo male pensavo ai pennarelli da comprare anziché al dolore.

Ho imparato che arrabbiarsi fa male, che l’ammaccatura alla macchina me la fa riconoscere più velocemente, che un gatto con una zampa a pezzi è meglio di un gatto morto, che avere la febbre a capodanno è ricevere una zuppa calda e un milione di baci ricevuti tutti assieme. Ho imparato che aver paura è un pretesto per essere coraggiosi, che trovarsi in mezzo ad una rapina è ricevere l’abbraccio degli amici e festeggiare di essere salvi. Ho imparato a salutare mia nonna con un sorriso il giorno che è tornata in cielo pensandola libera dal male che gli aveva fatto la vita.

Io sono una persona positiva, lo sono tutte le volte che il mondo mi prende a schiaffi, lo sono quando le cose non vanno come avrei desiderato pensando alla vita come un albero che invece della frutta quest’anno mi regalerà un posticino al riparo dal sole nelle giornate afose. Sono positiva quando so di aver fatto un buon lavoro anche se non viene riconosciuto perché nessuno può privarmi della consapevolezza di chi sono, ma sono una persona, solo una persona…

Così una mattina ti svegli e la vita diventa piccola piccola, i pensieri sono saette che squarciano, riducono in brandelli ogni speranza. Posso urlare, piangere, posso addirittura prendermela con l’universo intero ma nulla cambierà. Vorrei poterci credere, in parte l’ho fatto ma la verità non scende a patti con le lacrime, con il dolore, la vita da grandi aspettative, la vita ci regala tempo, nessuno sa quanto eppure viviamo come fossimo immortali e forse è giusto così, altrimenti non avremmo progetti e sogni…

Sono rimasta in silenzio, ho trattenuto il fiato fino a diventare liquida, sono crollata, mi sono alzata, ho pregato, ho pregato tutte le divinità che conosco, l’ho chiesto con umiltà e l’ho preteso ma i miracoli non hanno orecchie.

Sono solo una persona e lo sei anche tu, una meravigliosa persona che si è presa cura di me, che mi ha amata nonostante tutti i miei difetti, che mi ha portata sulle spalle mostrandomi il mondo ed era un  mondo molto bello quello che mi facevi vedere da lassù. Vorrei poterti salvare ma sono incredibilmente piccola oggi, più di quanto potessi pensare.

Sono una persona piccola, lo siamo tutti ma insieme siamo giganti capaci di smuovere le montagne, cambieremo il mondo e lo faremo per te.

Tvb Ambra